Al Maxxi di Roma “Bellissima – L’Italia dell’Alta Moda 1945-1968”.

Da oggi, martedì 2 dicembre, fino al 3 maggio 2015 presso il Maxxi di Roma, nella Galleria 5, sarà visibile la mostra “Bellissima – L’Italia dell’Alta Moda 1945-1968“. 

bellissima_740_A

Continua a leggere

Annunci

AltaRoma: la moda architettonica di Sabrina Persechino nella collezione “Matrice”.

Roma, XXV edizione di AltaRomAltaModa e nel terzo giorno di sfilate, presso il Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia nella Sala Lancisi, ho avuto il piacere di assistere alla presentazione della collezione “Matrice” della stilista Sabrina Persechino.

16

Continua a leggere

AltaRoma: l’Haute Concrete di Sabrina Persechino.

Nell’ultima giornata di AltaRoma, nella maestosa cornice del MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, è andata in scena la sfilata della designer romana Sabrina Persechino.

Una sfilata organizzata e studiata nei minimi particolari, basata sulla rigorosità caratteristica principale dell’architettura e sull’emotività scaturita dalla moda. Sabrina Persechino, lei che prima di essere designer è architetto, lei che progetta un abito come se progettasse un edificio, lei che affida anche questa collezione all’architettura creando per la prossima primavera-estate 2014 creazioni ispirate ai più grandi archistar contemporanei: Zara Hadid, Jean Nouvel e Renzo Piano, abiti che nascono dall’analisi e dalla scomposizione esteitico-prospettica di alcune loro opere. Haute Concrete nasce dall’incontro diretto della designer con i tre architetti, affrontando il dibattito sullo studio creativo dell’idea fino ad arrivare al progetto che ha generato la realizzazione dell’opera, il nome della collezione rappresenta il chiaro legame simbiotico tra i materiali, principalmente sete e metalli che aggregati imitano il processo di preparazione del calcestruzzo armato.

Gli edifici di Zara Hadid che vengono analizzati sono, ovviamente, il MAXXI e il Ponte – Padiglione di Saragozza, di Jean Novel vengono presi in esame l’Istituto del Mondo Arabo a Parigi e il Burj Doha in Qatar e infine di Renzo Piano vengono studiati il Jean-Marie Tjibaou Cultural Center in New Caledonia e la Banca Popolare di Lodi.

Haute Concrete non solo come significato di calcestruzzo, ma anche, per me, come significato vero e proprio di concretezza, una concretezza pienamente visibile nell’intenso e ricercato studio di ogni singola creazione. Una collezione sensuale fatta di sete: duchesse, chiffon, mikado e satin, con tinte che si ispirano alle stutture architettoniche analizzate, ma soprattutto una collezione colta e rigorosa.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

(ph. Luca Latrofa / Luca Sorrentino)