La mia intensa AltaRoma AltaModa.

Conclusasi la XXVI edizione di AltaRoma AltaModa ora è tempo di bilanci, critiche, acclamazioni e speranze.

AltaRoma

Continua a leggere

Annunci

“Pastel dreams”: il mio primo styling per Fashion Files.

Pastel dreams“, è il titolo del primo editoriale, del quale ho curato, interamente, lo styling. Editoriale uscito sul numero autunnale del magazine Fashion Files, rivista romana, stampata e online, del gruppo Ideamoon.

1ab

Continua a leggere

“MI PRESENTO”: l’evento retrò-chic di Valentina Guidi.

Un ritorno al passato, allo stile retrò, al buon gusto e alle buone maniere strizzando lo sguardo al futuro senza perdere mai di vista la contemporaneità. Questo è quello che si cela dietro l’invito “MI PRESENTO – Valentina Guidi“.

unnamed

Continua a leggere

Un nuovo backstage con Luxury Files Magazine.

Settembre si stava per congedarsi e noi del team di Luxury Files ci apprestavamo per salutarlo lavorando all’editoriale dedicato al numero “Autumn” del magazine. 

page7

Continua a leggere

Il primo backstage con Luxury Files Magazine.

Dopo aver iniziato a collaborare con la rivista romana FashionFiles, qualche mese fa, precisamente a giugno, ho avuto il piacere di far parte anche del team di lavoro del magazine Luxury Files, entrambe appartenenti al gruppo editoriale IdeaMoon. 

10609641_832105743496148_1788932675277468149_n

Continua a leggere

Waiting for… AltaRoma AltaModa!!!

L’attesa è agli sgoccioli, manca davvero poco all’inizio di AltaRoma AltaModa, manifestazione che insieme alla settimana parigina celebra l’Haute Couture nel mondo. Il sipario, su questa edizione, si alzerà sabato 12 luglio fino a martedì 15 luglio

Immagine Continua a leggere

New York Fashion Week: le nuove ispirazioni e i prossimi trend dalla moda newyorchese.

Dal 6 al 13 febbraio 2014, si sono accesi i riflettori sulla New York Fashion Week, evento moda di elevata importanza dove hanno sfilato le collezioni fall-winter 2014/2015. Sappiamo che New York è, da sempre, il cuore pulsante dei nuovi trend suggeriti e proposti dalle collezioni presentate o dal vivo streetstyle che pullula la settimana della moda e non solo, ispirando i designer facendo diventare un’idea un must-have. Molte sono state le sfilate che si sono susseguite durante questa fashion week newyorchese, quindi ora non ci resta che sbirciare cosa indosseremo per il prossimo autunno-inverno.

Alexander Wang; sulla bocca e nelle lamentele di tutti per la sua scelta (azzardata) di sfilare al di là del ponte optando per una location situata a Brooklyn; propone una donna che ama sentirsi protetta nei suoi abiti, come una sorta di armatura, pronta ad affrontare situazioni estreme, magari la traversata per raggiungere Brooklyn?! La vera forza della collezione sono i colori vivi e decisi come il cobalto, il giallo e il fucsia dei giubbotti in tessuti tecnici passando per il grigio dei cappotti multi-tasche, il tutto abbinato a bellissimi e rigidi stivali piatti con ginocchiere in cuoio lucido.

Immagine

Alexander Wang, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Alexander Wang, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Alexander Wang, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Alexander Wang, Fall-Winter 2014/2015

Dalla collezione di Anna Sui ci lasciamo conquistare e avvolgere dalle pellicce, dai gilet in maglia, dai cappotti dagli ampi baveri e dai tagli a kimono per una silhouette rilassata e morbida. Gli abiti sono impreziositi da ricchi decori di perline per una collezione passionale e ricercata dai colori intensi come il rosso, viola, blu navy e nero.

Immagine

Anna Sui, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Anna Sui, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Anna Sui, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Anna Sui, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Anna Sui, Fall-Winter 2014/2015

BCBG Max Azria ha colto nel segno conquistandomi con ogni capo che ha sfilato sulla catwalk, proponendo una collezione che diventerà un faro per la prossima stagione invernale. I materiali oscillano dalla preziosità della pelliccia alla consistenza della maglia e della lana, ma soprattutto sono antifreddo. La palette di colori, che gioca su un delicato effetto grafico, si declina dal cipria al cammello, dal turchese al lilla, dal blu notte al cemento, per un effetto glamour che lascerà il segno.

Immagine

BCBG Max Azria, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

BCBG Max Azria, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

BCBG Max Azria, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

BCBG Max Azria, Fall-Winter 2014/2015

Se siete amanti del Wester e il vostro alter ego è una cowgirl non potete non amare le ispirazioni del brand Cushnie et Ochs. Le due designer sognano una donna con cappelli cowboy, bustier di raso con pizzo e gonne a balze in seducente pizzo nero, per un mood Wester chic e metropolitano. Interessanti sono anche gli abiti dalle scollature geometriche a punta con il décolléte in vista, per una donna sexy e sicura di sé.

Immagine

Cushnie et Ochs, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Cushnie et Ochs, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Cushnie et Ochs, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Cushnie et Ochs, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Cushnie et Ochs, Fall-Winter 2014/2015

Linee squadrate, tonalità pastello a fantasia e il color block per un richiamo degli anni ’90, queste sono le proposte di 3.1 Philipp Lim. I cappotti sono arricchiti da pannelli patchwork multicolor e i pantaloni sono morbidi e ampi dalla vita alta che evidenziano la silhouette. Vero must-have della collezione sono le pochette con le scritte “totes” e “cash” in rilievo.

Immagine

3.1 Philipp Lip, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

3.1 Philipp Lip, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

3.1 Philipp Lip, Fall-Winter 2014/2015

Infine, concludiamo con il raffinato e intellettuale richiamo artistico di Ruffian, difatti le opere del pittore fiammingo, del quattrocento, Petrus Christus vengono stampate sui primi capi che aprono la sfilata. Inoltre, l’epoca celebrata viene evocata nelle gonne a corolla e nelle gorgiere di organza. Le lunghezze sono midi e i capi colorati di vermiglio, giallo limone, bianco, celeste e pistaccio.

Immagine

Ruffian, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Ruffian, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Ruffian, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Ruffian, Fall-Winter 2014/2015

Immagine

Ruffian, Fall-Winter 2014/2015

(Immagini: marieclaire.it)

“Roma Fashion White”: la notte si tinge di bianco.

Lunedì, 18 novembre, nella splendida cornice della Chiesa Episcopale di San Paolo Entro le Mura di Roma, è andata in scena una delle manifestazioni di punta del panorama wedding:”Roma Fashion White“. La manifestazione, giunta ormai alla VII edizione, è prodotta dalla Together Eventi Comunicazione. L’obiettivo di quest’anno è stato quello di puntare sulle Maison di Roma e del Lazio, puntando sulla loro artigianalità, costante punto di forza nella creazione degli abiti, abiti creati a mano con la rigorosità e la sartorialità che distingue, da sempre, questi Atelier famosi per le loro creazioni a livello internazionale.

Perfetta è la scelta della location, difatti se per alcuni il commento sarebbe:”che ovvietà far sfilare abiti da sposa in una chiesa”, la risposta di molti sarebbe:”quale miglior luogo se non una chiesa“, sì una chiesa il luogo più adatto per l’abito bianco, proprio per questo la scelta di far sfilare gli abiti da sposa nella navata di San Paolo Entro le Mura sarà stata anche una scelta semplice e logica, ma è stata anche la più vincente.

Ad aprire la serata, facendo da colonna sonora alla prima sfilata, l’overture dell’orchestra “Orpheus” diretta dal Maestro Alessandro Maietta. Gli Atelier, otto per la precisione, si sono alternati facendo emozionare e sognare i futuri sposi e non grazie all’eleganza e allo stile unico proposto da ogni collezione. L’Atelier DreamSposa, della stilista Sabrina Maietta, punta sulla tradizionalità, strizzando l’occhio verso il nuovo, donando agli abiti un tocco distintivo e d’innovazione: il tocco noir. A seguire il romanticismo di Anna Tumas, dove le trasparenze, i pizzi e i drappeggi si fondono insieme per dar vita ad abiti impalpabili per spose raffinate. I ricami e le piume sono i protagonisti assoluti nella collezione di RoccoRada Spose, mentre Marsil punta sull’eleganza senza tempo dello stile bon ton. Sonia Lupo stupisce tutti facendo sfilare le sue spose in turbante e a piedi nudi, che per questa collezione “Sogno Africano” si è lasciata ispirare da questo meraviglioso continente, dove i richiami sono visibile nei tessuti e nei colori degli abiti. Le 2 Isole prendono spunto dalle loro origini isolane creando una capsule collection dai tessuti broccati. Per l’Alta Moda Uomo sfila la Maison Fabio Litrico prestigiosa per la sua tradizionalità sartoriale, infine, per concludere l’Haute Couture di Mauro Gala che con i veli, i pizzi e il tulle rende le spose eternamente uniche.

La serata ha dato anche spazio a riconoscimenti importanti, premiando professionisti della moda che lavorano da anni nel settore.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Michele Simolo, Photographer

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Gianluca Palma, Photographer