Al Maxxi di Roma “Bellissima – L’Italia dell’Alta Moda 1945-1968”.

Da oggi, martedì 2 dicembre, fino al 3 maggio 2015 presso il Maxxi di Roma, nella Galleria 5, sarà visibile la mostra “Bellissima – L’Italia dell’Alta Moda 1945-1968“. 

bellissima_740_A

Continua a leggere

Annunci

Il primo backstage con Luxury Files Magazine.

Dopo aver iniziato a collaborare con la rivista romana FashionFiles, qualche mese fa, precisamente a giugno, ho avuto il piacere di far parte anche del team di lavoro del magazine Luxury Files, entrambe appartenenti al gruppo editoriale IdeaMoon. 

10609641_832105743496148_1788932675277468149_n

Continua a leggere

L’eleganza dei pois e la freschezza dei fiori sono il binomio vincente per il look di oggi.

Questa mattina il cielo non si è vestito del suo consueto colore azzurro, ma, ahimè, ha preferito una nuance grigia, incerta e noiosa, una tonalità che non si adatta affatto al 9 aprile, perciò la mia mente si è distaccata dal mio corpo e ha abbandonato la scrivania, il pc e il lavoro, per viaggiare insieme, al look di oggi, in un luogo assolato. 

Ho immaginato di essere in Sicilia, luogo storico, artistico e ricco di tradizione, un luogo che abbiamo visto essere, costantemente, fonte di ispirazione, già da diverse collezione, per i due designer Dolce & Gabbana. Ho immaginato di passeggiare per Palermo, iniziando dalla cultura, visitando il Palazzo dei Normanni, la Chiesa di Santa Maria e la meravigliosa Cappella Palatina, ricca di mosaici bizantini, passando, successivamente, nei caratteristici mercati, senza dimenticare di pranzare in un ristorante carino, all’aperto, facendomi coccolare dal sole. Proprio il look di oggi mi ha trasportata con la mente in questa splendida terra, un look pratico, fresco, ma nello stesso tempo molto chic, perché non dobbiamo mai dimenticare l’eleganza e il nostro essere fashion neanche, e soprattutto, in vacanza. Un jeans con strappi dall’aria giovane e cool, tenuto e decorato dalla cintura con catene in oro abbinato alla sofisticata eleganza di una camicia a pois, che con le maniche lunghe è perfetta per entrare e visitare i luoghi di culto. Le scarpe sono delle décolleté chanel color corallo, a punta con gioiello e dal piccolo tacco, un tacco giusto per camminare con comodità. La bag è capiente, dalle linee pulite e definite e dai colori primaverili. Infine, altro accessorio particolare e dal sapore vacanziero è il maxi cerchietto in stampa flowers, una stampa che abbinandosi, perfettamente, ai pois, gioca quel mix & match di stampe, che è tanto in voga, rendendo il look unico.

Immagine

Look: Camicia River Island 43€; Cintura Zara 22,95€; Jeans Citizens of Humanity 294$; Cerchietto Dolce & Gabbana 193€; Bag Fendi 1.550€; Décolleté chanel Betty Blue.

Savage, denim e un tocco da romantic girl per il look di oggi.

Mi rendo conto, perfettamente, che siamo ad aprile e che le temperature iniziano lievemente ad alzarsi, ma nonostante ciò ci sono alcuni momenti della giornata, come la mattina quando raggiungiamo il nostro ufficio, o magari mentre ci dirigiamo verso una colazione di lavoro, oppure ritornando a casa sul tardi dopo un’apericena, e per non rischiare di non avere il capo giusto è preferibile indossare qualche cosa di più coprente e caldo. Se la prima motivazione è prettamente di prevenzione, la seconda non può non essere per moda, come dimenticare le apparizioni di Anna Dello Russo alle fashion week milanesi di settembre con stole in visone nei colori più disparati, nonostante ci fosse ancora gente stesa a prendere il sole sul lago di Como e chi passeggiava nel corso di Cortina con camicia e pullover, come Fendi che, per questa spring-summer 2014, ha pensato di rivestire la sue adorabili Peekaboo, interamente, con del voluminoso visone, e infine non si può non citare Miuccia che con il suo savoir-fair ci propone pellicce colorate come murales. Che sia per comodità o per prevenzione, per vezzo o per moda l’importante è non farci mancare la pelliccia, soprattutto per questi ultimi outfit prima di riporla nell’armadio. 

Proprio per questo il look di oggi ha come punto di forza un gilet di Michael Kors dalla pelliccia savage, nei toni del marrone, beige, fulvo e grigio con contorni in pelle e chiusure gold; sì proprio un gilet perché va bene il coprirsi, va bene anche l’essere fashion, ma ricordiamoci che siamo pur sempre ad aprile e non dobbiamo finire su Vogue Japan. La camicia denim con decorazioni sul colletto è perfetta per dare all’outfit una direzione urban, mentre l’oro rosa del bracciale rigido e il rosa delicato delle décolleté, in camoscio traforato, rendono il tutto rigoroso e molto romantic girl. Per concludere non possono mancare gli occhiali da sole effetto animalier dalla lente antracite sfumata e la maxi bag marrone in cuoio resistente, capiente e perfetta per affrontare una giornata fuori casa.

Immagine

 

Look: Camicia denim Asos Maison Scotch 140,46€; Bracciale Michael Kors 95$; Borsa V°73 Elisir Cuoio 320€; Gilet Michael Kors 1,600€; Occhiali Prada 210€; Décolleté Asos Peggy 42,14€.

Milano Fashion Week: Fendi tra tradizione e avanguardia.

L’inconfondibile tradizione si sposa con l’avanguardia, questo è in sintesi quello che è stato presentato da Fendi in questa Milano Fashion Week.

Una tecnologia manifestatasi nei Drome Cam di Google che volando sulla catwalk hanno ripreso la sfilata da più angolazioni permettendo al pubblico, collegati in diretta streaming, di usufruire non solo delle riprese tradizionali, ma anche di quella aerea, sotto lo stupore del pubblico presente. Karl Lagerfeld apre la sfilata e lo fa sotto le sembianze di Bug, il Bag Boy Karlito realizzato in pellicce policrome, portato da Cara Delavigne. Il pret à porter presentato, per il prossimo autunno-inverno 2014/2015, è lussuoso, ricercato, artigianale e strizza l’occhio all’haute couture. L’idea della collezione parte tutto dallo sporty style arricchito da materiali lussuosi come il visone, il castoro e il rettile che decorano cappucci e colli, presentandosi anche nelle piccole creste in furs sugli abiti. Le pellicce in visone, volpe e cincilla, come sempre, sono tra le protagoniste assolute del marchio Fendi, questa volta arricchite da spille orchidee, o nella versione più selvaggia si presentano le stole trattenute da cinturoni per un gusto vichingo e a tratti bondage, il tutto sapientemente mixato alla maniacale lavorazione artigianale che contraddistingue la Maison italiana. Un’italianità sempre celebrata e ostentata, come accade nella scenografia che inneggia il nome del brand accanto alla scritta “Made in Italy“.

Karl, come ti adoro da Fendi!!!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

(Immagini: vogue.it; cameramoda.it)

Milano Fashion Week: le Dee dell’Olimpo di Dolce & Gabbana.

Molte sono state le tendenze proposte dagli stilisti per la prossima stagione, primavera-estate 2014, e altrettante sono state le fonti ispiratrici che hanno portato alla realizzazione di collezioni degne di nota, ricordiamo: Dsquared2 che ha proposto una donna che riporta alla mente le turiste americane degli anni ’50, con una collezione divertente, ironica e dal sapore spensierato; Karl Lagerfeld per Fendi si è lasciato ispirare dal mondo digitale, puntando sul web design; MSGM, Fausto Puglisi, Etro, Emilio Pucci fanno della stampa il loro cavallo di battaglia; Prada ha mixato con maestria la Moda e l’Arte per dar vita ad uno stile unico che rappresenta l’essenza della femminilità; Stella Jean che con l’unione dell’artigianalità italiana e la cultura africana ha portato sulla catwalk una collezione in cui la cultura è la nota eccellente; e infine, non si può non parlare delle creazioni di Dolce & Gabbana, che personalmente, sono riusciti a dare quel tocco di eleganza in più a questa mfw, che tra le proposte spoty-chic di Philipp Plein e Gucci o lo urban di Tod’s e Max Mara, stava per perdere la vera essenza della fashion week.

Domenico Dolce e Stefano Gabbana si lasciano ispirare, per la prossima stagione, nuovamente, dalla Sicilia; una Sicilia classica fatta di templi e teatri greci che si stagliano sugli abiti corti e svasati o lunghi al ginocchio e più avvolgenti. Sono “abiti-stargate” che guardandoli riescono a trasportarci in un periodo lontano e senza tempo, caratterizzato dalla storia, dai miti e dalle dee, quel tempo fermato per sempre sugli abiti firmati Dolce & Gabbana. Nella collezione non mancano il pizzo e il pois, veri must have per la maison, che con la loro delicatezza riescono a rendere le creazioni, sempre, di estrema femminilità. Impalpabili e delicati sono gli abiti con rami fioriti di mandorlo, dall’effetto tridimensionale. Per gli accessori si rifanno alle monete dal color oro, con volti incisi, che impreziosiscono sandali, cinture, orecchini e collane. E, per il gran finale dominano abiti, totalmente, gold realizzati con trame e ricami preziosi. Lo stargate è attivo: le Dee dell’Olimpo passeggiano tra noi. Una collezione opulenta, ma un’opulenza chic.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Milano Fashion Week: il genio di Karl per Fendi.

Ancora qui e ancora una volta a parlare e a scrivere delle sfilate milanesi, difatti nonostante siano passati dei giorni, nei quali è andata in scena, anche, la Parigi Fashion Week, io non posso non continuare a raccontarvi cosa gli stilisti hanno proposto sulle passerelle di Milano, come ho fatto nei precedenti post. Successivamente vi parlerò anche delle sfilate parigine.

Come avrete, sicuramente, notato cerco di unire un gruppo di stilisti in un unico articolo attraverso delle affinità, i leitmotiv delle collezioni, le ispirazioni che seguono e molto altro ancora; al contrario alcuni stilisti meritano ed “esigono” un trattamento diverso, che sia per un mio gusto personale; che sia per le idee e le proposte presentate nella fashion week; ma soprattutto, per il loro singolare talento, come nel caso di Karl Lagerfeld per Fendi.

Il fulcro della collezione Fendi, è il mondo del web. Sì, proprio così, il geniale Karl si è lasciato ispirare per la prossima stagione, primavera-estate 2014, dal mondo digitale per rappresentare la nuova idea del brand proiettato verso il futuro, verso il movimento, verso il continuo “panta rei“, concetto basilare nella filosofia di Eraclito.

In questa collezione è, chiaramente, visibile il giusto connubio tra la ricercatezza dei materiali, tipico della maison Fendi, unito all’origininalità del genio di Lagerfeld, difatti sfilano abiti dalle linee strutturate, dai tagli sartoriali, ma nello stesso tempo resi impalpabili con la sovrapposizione di veli, organza e degradé, con intarsi che ricordano il mondo informatico. Un materiale immancabile nelle sfilate Fendi, segno distintivo del marchio, è la pelliccia, contaggiata anch’essa dall’eterno divenire, ma resa, per la stagione estiva, più leggera, in tulle con striature multi color che evocano i micro-cip. Presente anche sulle borse, sulle quali spuntano pon pon e ciuffi in furs. Se il tocco Fendi è riconoscibile nella pelliccia, il tocco Karl è riconoscibile, non solo nel web design della collezione, ma anche nella scelta di un materiale come il PVC con il quale ha realizzato i cinturini dei sandali. La palette di colori oscilla dal rosso al blu, dal nero al bianco fino a toccare i delicati toni pastello.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Pellicce… I can’t wait!!!

Il capo d’abbigliamento costante di ogni stagione invernale, capace di confortarci e che caratterizza l’intera stagione stessa è: la pelliccia, soprabito immancabile e insostituibile per affrontare al meglio e con la giusta grinta le fredde temperature. La scelta di questo capo è, a mio avviso, più di ogni altro, l’affermazione e l’identificazione della propria personalità, non che gli altri non lo siano, ma diciamoci la verità: la pelliccia non vince certo per sobrietà…

Che siano realizzate con linee classiche o rivisitate in base alle tendenze stagionali, ogni anno, le furs, ci vengono proposte sulle passerelle delle maison. E ogni donna è lì ad annuire questa moda che si riafferma, in quanto, nonostante, siano indumenti coprenti, non eclissano per nulla la femminilità e l’eleganza di noi donne, compito non semplice per gli iper piumini.

La pelliccia che sia vera o, preferibilmente, eco, super fluo o dai toni cangianti, dal pelo voluminoso o rasato, dal gusto romantico o allo strong punk, la cosa fondamentale è possederla e non vedere l’ora di indossarla.

Se siete tra quelle donne che preferiscono la pelliccia dai colori forti, in modo da squarciare il grigio che avvolge le città nei mesi invernali, non si può non tener conto delle proposte di Angelo Marani e Roberto Cavalli; e se non riuscite proprio a dimenticare i toni fluo giunge in vostro soccorso Versace.

Immagine

Angelo Marani, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Angelo Marani, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Roberto Cavalli, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Versace, Fall-Winter 2013/2014

Per le donne romantiche che amano i toni delicati ci sono le creazioni di Emilio Pucci e Sergei Grinko, che propongono pellicce dal color cipria e dal pelo rasato.

Immagine

Emilio Pucci, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Sergei Grinko, Fall-Winter 2013/2014

Dsqaured, Giorgio Armani, Emilio Pucci, Krizia, Ferré, Marni, Simonetta Ravizza puntano su una donna decisa che non ha il terrore di mostrare la sua esuberanza al mondo, anzi lo fa con disinvoltura indossando iper pellicce dal pelo voluminoso.

Immagine

Dsquared, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Emporio Armani, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Giorgio Armani, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Emilio Pucci, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Krizia, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Krizia, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Gianfranzo Ferré, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Marni, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Simonetta Ravizza, Fall-Winter 2013/2014

Infine, le pellicce di Philipp Plein impreziosite da un raffinato e sensuale color bordeaux, o magari Fendi che con pellicce dal pelo rasato, caratterizzate da striature di colore, crestre di pelo tra i capelli e labbra scure propone il nuovo punk, lo stile di tendenza di questa stagione. Oppure Gucci che realizza pellicce dal pelo cangiante, dando quel tocco di eleganza in più al total black.

Immagine

Philipp Plein, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Fendi, Fall-Winter 2013/2014

Immagine

Gucci, Fall-Winter 2013/2014

Dopo aver visionato la gallery avrete, sicuramente, le idee più chiare sulle imminenti tendenze Fall/Winter e sulla vostra prossima pelliccia da acquistare per indossare, rigorosamente, con mini dress e indumenti leggeri, perché, si sa, c’è lei che ci protegge dal freddo, lo sanno bene la nostra cara Carrie Bradshaw e compagnia che scorrazzavano per le strade di Manhattan, con sandali e abitini, avvolte in pellicce super fashion.